26.7 C
Milano
venerdì,18 Settembre,2020

Ultimi Articoli

00:49:36

Il piano di conquista degli uomini del Bilderberg in Italia – Intervista a Francesco Amodeo

Francesco Amodeo: giornalista d’inchiesta, autore. Si occupa da sempre di divulgazione, senza censure ed intermediari. In questa intervista Amodeo tratteggia una linea molto chiara su come...

“Covid: sarebbe bastato lasciar lavorare i medici di base”

Zero morti in Val Seriana. Intervista a Riccardo Munda, il medico di base che ha deciso di non interrompere le visite ai suoi pazienti Covid....

Recovery frode?

Questa mattina è stato rilasciato sul Corriere della Sera l’elenco in bozza dei 557 progetti finanziati dal Recovery Fund del Covid-19. Si tratta dell’accordo che il...
00:15:01

Netflix, strumento della Grande Fabbrica dei Sogni e delle Menzogne

Conoscete il termine “Infotainment”? Intrattenimento e informazione nella stessa parola. Obiettivo: la manipolazione. Una volta usavano il telegiornale per manipolare e condizionare l’opinione pubblica....

Scotch sulle mascherine, incredibile racconto di un bimbo al nonno

Scotch sulla mascherine e niente corsa, altrimenti si suda e “si attacca” il virus. È l’incredibile racconto di un bambino al nonno sui primi...

Bill Gates esperto di pandemie, lo dicono i media a cui dona 250milioni di $

Durante la pandemia Bill Gates ha fatto molto parlare di sé. Ma quello che abbiamo sentito in tv e letto sui giornali era corretto...

Abbiamo provato a leggere il bugiardino di un tampone: è tutto normale?

Sono molte le polemiche sul test diagnostico che rileva la positività al SARS-CoV-2. Abbiamo provato a cercare qualche risposta nel bugiardino di un tampone. Alcuni...

«Ai pedofili il governo toglierà casa, auto e risparmi», ecco la proposta di legge. In tilt i server del dark web

I pedofili perderanno la casa, la loro auto, i loro risparmi e anche il conto in banca: è la nuova proposta di legge del governo australiano che mira a confiscare i...

“Non lo capite? Vi dicono che è gratis, ma usano I vostri dati per spennarvi” – Duranti

Tutto a portata di mano, tutto subito, tutto gratis: è questo il bello del #web! O no? La gran parte delle #applicazioni che abbiamo su cellulari e dispositivi elettronici la scarichiamo gratuitamente. Spesso ci stufiamo di #pubblicità #popup e video “skippabili” che si attivano in autoplay, ma li sopportiamo pur di continuare a usufruire di questo o quel programma, videogioco o strumento. E quando un’app oltre a essere #gratis e anche priva di annunci sembra quasi di aver fatto l’affare del secolo. Ma cosa c’è dietro tutto questo?

Il dibattito sulla questione è acceso ormai da tempo. Ogni giorno milioni e milioni di #dati personalissimi circolano da un dispositivo all’altro passando sempre per qualche “contenitore” che volente o nolente li conserva. Per farci cosa? È legale? E il rispetto della #privacy?

È di questo che si è discusso a ‘Un giorno speciale’. Sul tema Fabio #Duranti non ha dubbi: è da sciocchi credere che esistano dei benefattori che ci permettono di utilizzare i loro prodotti per niente in cambio. Il perché lo ha spiegato in questo intervento in diretta con Francesco Vergovich.

“La fregatura che sta dietro la tecnologia noi non la vediamo ma è gigantesca. Prendiamo ad esempio #Whatsapp: ce l’hanno tutti! In Italia sono 40 milioni su 60. Facebook se l’è comprato. La domanda è: è gratuito? Sì. E dove guadagna? Chi ci guadagna? Cose gratuite non ne esistono. Pubblicità non ce ne sono. Dietro tutto quello che noi facciamo c’è un privato che ci lucra. Non esiste il benefattore!

E allora che ci guadagna #Zuckerberg? Non sarà forse che quando mandiamo #messaggi o ci facciamo le #videochiamate, che ovviamente vengono tutte registrate anche se dicono di no, tutte queste cose gli servono per gestire gli annunci pubblicitari su #Facebook? O le vendono a #Google? O le vendono ad altri? Non sarà che i polli siamo noi? Che il guadagno siamo noi?

C’è un mercato incredibile dei vostri dati. Sei un pollo da batteria, resterai un pollo da batteria anche se non te ne accorgi e attenzione perché prima o poi ti spennano”.

ArrayArray