28 C
Milano
giovedì,6 Agosto,2020

Ultimi Articoli

00:06:31

Dietro il disastro Beirut: spunta il report U.S.A. che prevedeva di distruggere il Libano – Francesco Amodeo

La prima domanda che mi pongo quando avviene un #attentato o un evento che potrebbe essere di natura dolosa è: chi ne trae vantaggio?...
00:20:36

El costo humano de los agrotóxicos. Come il glifosato sta uccidendo l’Argentina

Un fotografo argentino emergente ha deciso di realizzare un reportage di quelli davvero tosti. Come Davide contro Golia, i suoi nemici sono il glifosato...
00:07:39

Libano sveglia da BubbleBombs. Indygraf [Sarò Franco]

La domanda che dovrebbero chiedersi tutti non è: chi è stato? Dovrebbe essere: perché il Libano? E perché sempre il Libano? Il Paese è unico...

I DATI OGGETTIVI che giustificano i sospetti

BEIRUT 4/8/2020 : POCHI SECONDI PRIMA DELL’RSPLOSIONE UN’ OGGETTO A FORTE VELOCITÁ IMPATTA SULLA STRUTTURA?🔴 Girano molti video in rete sull’enorme tragedia di ieri a...

Quando la vaccinazione rischia di facilitare l’infezione: il fenomeno del “rafforzamento dipendente dagli anticorpi”

Corrado Penna In certi casi gli anticorpi prodotti da una prima esposizione al virus naturale o al vaccino (che significa esposizione al virus inattivato o...

“Tolto il segreto su verbali del Comitato tecnico scientifico”

Pubblicato il: 05/08/2020 22:35 "Pochi minuti fa i nostri avvocati hanno ricevuto la comunicazione da parte del governo della desecretazione dei verbali del Cts. Ringraziamo...

Cannabis news

COMMISSIONE MONDIALE SULLE DROGHE: “IL PROIBIZIONISMO HA FALLITO, BISOGNA CAMBIARE ROTTA”. Il 17 maggio scorso, la Global Commission On Drug Policy ha pubblicato un nuovo rapporto sull’applicazione...
00:08:39

Frase di Mattarella imbarazzante: gli italiani non sono degli untori! – Fabio Duranti e Diego Fusaro

"Talvolta viene evocato il tema della violazione delle regole di cautela sanitaria come espressione di #libertà. Occorre tener conto anche del dovere di equilibrio...

Vi è chiaro come usano il virus? Prorogato lo stato d’emergenza in assenza di emergenza – Fusaro

Ormai è a tutti gli effetti ufficiale ciò che già da tempo paventavamo e sottolineavamo con sgomento.

Lo #statodemergenza che sarebbe dovuto terminare il 31 luglio è stato prorogato: proprio oggi si è deciso di far sì che venga prolungato fino a ottobre 2020.

Nihil novi, se è vero – come è vero – che il nuovo capitalismo terapeutico vive dell’emergenza e non può certo accomiatarsene. Anzi, deve sempre da capo rinnovarla perché sempre vengano rinnovate le misure d’emergenza e con esse il nuovo paradigma di razionalità emergenziale centrato su uno stato d’eccezione che diviene normalità.

Ora è chiaro, definitivo e sotto gli occhi di tutti: le libertà non verranno restituite, i diritti non verranno ripristinati, la #Costituzione non tornerà ad essere pienamente rispettata. Del resto l’ho detto e lo ridico: la pandemia deve essere infinita. E se il virus non vale collaborare al progetto, tanto peggio per lui. E’ la “nuova normalità”, quella in cui dovremo imparare a “convivere con il virus”, il quale virus ha tra l’altro la peculiarità di essere visibile ad occhio nudo, quando c’è, ma anche quando non c’è più.

Ecco perché l’infosfera pare letteralmente impazzita: per un verso ci dice del calo dei contagi, per un altro ci allarma senza tregua facendo riferimento all’aumento dei #focolai. Ci dicono che il #virus è potente come a febbraio, ci segnalano che esso colpisce i più giovani, vanno ripetendo che genera sempre nuovi focolai. E chi pensa che il virus sia un metodo di razionalità politica viene delegittimato con una categoria tratta dalla neolingua: #negazionista.

L’orrore del negazionismo e della Shoah diventa così un “brand pubblicitario” del nuovo capitalismo terapeutico, che usa la categoria di negazionismo per silenziare chi osi anche solo sospettare della nuova razionalità politica #liberticida.

Siamo chiari: chi pensa che il virus non sia mai esistito è un fesso inguaribile. Proprio come un irredimibile fesso è chi non ha capito che si è usato e si sta usando il virus anche per produrre una nuova razionalità politica.

Essa è centrata sull’emergenza permanente e sul conseguente decisionismo antidemocratico nel caso italiano del Premier Giuseppe #Conte, il Vis-Conte dimezzato giallofucsia. Per poter mantenere il regime terapeutico v’è bisogno della narrazione del virus sempre vivo. Nella società dello spettacolo, del resto, l’essere è già da sempre risolto nell’apparire.

ArrayArray