18.4 C
Milano
martedì,4 Agosto,2020

Ultimi Articoli

00:40:10

Protocolli italia – svizzera, due approcci all’emergenza a confronto – Chiara Taiana

Vive in Italia e lavora in Svizzera, precisamente nel Canton Ticino ed è dottore specializzato in medicina interna. È la dottoressa Chiara Taiana a...
00:08:02

“Manipolazione e propaganda: così ci hanno convinto ad accettare le loro idee” – Scardovelli

"Siamo nell'epoca delle passioni tristi": così lo psicoterapeuta Mauro #Scardovelli battezza l'attuale periodo storico ai nostri microfoni. La "malattia" qui denunciata ha però più...
00:31:20

5G tra Big Data e cybersicurezza: saremo tutti spiati?

l 5G è anche Big Data, la più grande banca dati digitale mai pensata nella storia informatica: miliardi di devices connessi e collegati significa...

Berlino, proteste contro le mascherine. Gentiloni: “Fanno paura”

Così ha cinguettato su Twitter Gentiloni in relazione alla manifestante di protesta a Berlino contro il nuovo regime terapeutico: "Oggi a #Berlino. Chiedono di...

Anche i medici spagnoli rompono il silenzio: «Chiediamo la verità sul virus»

Il dibattito sul CoVid-19 non si placa: dopo le dichiarazioni di eminenti sanitari italiani, come Clementi, Bassetti e Zangrillo, anche medici spagnoli e tedeschi...
00:26:06

Genitori e insegnanti: la diffida ai dirigenti scolastici

Se volete diffidare i dirigenti scolastici dall'applicare sui vostri figli le linee guida della ministra Azzolina, qui trovate le modalità per farlo in maniera...

Perché il governo vuole tenere segreti i documenti degli esperti sulla pandemia?

«Possiamo chiamare “biosicurezza” il dispositivo di governo che risulta dalla congiunzione fra nuova religione della salute e il potere statale con il suo stato...

Caso Orlandi, famiglia affida incarico per esami su ossa Teutonico

La famiglia di Emanuela Orlandi ha affidato l’incarico per eseguire le analisi su alcuni frammenti ossei repertati nel cimitero Teutonico, all’interno della Città del...

“La pedofilia non uccide nessuno, l’aborto sì”, bufera su don Bucci

“La pedofilia non uccide nessuno mentre l’aborto sì”, sono le dichiarazioni choc di Richard Bucci, sacerdote 72enne del Rhode Island. Il reverendo prima ha bandito dalla vita parrocchiale 44 legislatori perché a favore della legge sull’interruzione di gravidanza. Poi ha rincarato la dose minimizzando le violenze sessuali a minori. “Invece dei politici – ha risposto una deputata – sarebbe meglio pubblicare un elenco dei preti abusatori”.

“La pedofilia non uccide nessuno mentre l’aborto sì”. Sono le dichiarazioni choc di Richard Bucci, un sacerdote di 72 anni della chiesa del Sacro Cuore di West Warwick, città nello Stato del Rhode Island. Le parole di don Bucci sono state pronunciate durante un’intervista concessa a NBC 10 News, una televisione locale. Pochi giorni prima, il reverendo era finito al centro di un’aspra polemica perché aveva pubblicato su un giornale una lettera con i nomi di 44 deputati e senatori del Rhode Island che l’anno scorso avevano votato  a favore del Reproductive Privacy Act. La legge statale adotta la sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti del 1973 in materia di interruzione di gravidanza, prevedendo una serie di libertà e diritti alle donne che decidono di abortire. Per don Bucci, però, i legislatori a favore della legge si sono macchiati di una grave colpa e per questo nella sua parrocchia non potranno più ricevere la comunione, così come essere padrini a battesimi, testimoni ad un matrimonio o fare discorsi durante un funerale. Insomma, i 44 politici saranno banditi dalla chiesa del Sacro Cuore. “D’accordo con quanto insegnato dalla Chiesa cattolica in 2000 anni”, è la premessa di padre Richard per escludere dalla vita religiosa i deputati e senatori del Rhode Island.

Nel corso dell’intervista, il sacerdote ha definito l’aborto un massacro di bambini innocenti. Don Bucci, inoltre, si è detto sorpreso del clamore suscitato dalla sua decisione di vietare ai 44 politici qualsiasi partecipazione alla vita parrocchiale. “Questo è l’insegnamento della Chiesa: la legge canonica, il Concilio Vaticano II e il primo catechismo cattolico. Non so quali ulteriori evidenze dovrei presentare”, ha sottolineato per giustificare la sua scelta. Secondo Bucci, chiunque permetta o incoraggi l’interruzione di gravidanza dovrebbe essere separato dal corpo di Cristo, intenso come Eucaristia. Per finire, il reverendo ha detto che il numero di bambini uccisi dall’aborto è molto superiore rispetto a quello delle vittime di violenze sessuali.

Come era prevedibile, le parole di padre Richard hanno sollevato un polverone. La prima a rispondere è stata Carol Hagan McEntee, deputata statale del partito democratico, finita nella lista degli “scomunicati”. “Quando dice – riferendosi a Bucci – che la pedofilia non uccide, beh, chiaramente non capisce”, ha detto McEntee alla CBS News. “Avrebbe dovuto venire al Campidoglio e ascoltare le testimonianze – ha ribattuto la deputata – e saprebbe che ci sono molte vittime che non sono più tra noi. Voci ferite a cui hanno rubato l’infanzia. Hanno praticamente distrutto le loro vite. E quelli che ancora possiamo ascoltare sono tra i fortunati perché sono ancora vivi; non sono morti per overdose o suicidio. Ce ne sono molti altri che non sono mai riusciti a farsi avanti”. Justine Caldwell, collega di McEntee, ha definito “ridicola” l’iniziativa di don Bucci.


Carol Hagan McEntee e la sorella maggiore, Ann Hagan, conoscono bene la parrocchia di don Richard perché hanno frequentato la scuola del Sacro Cuore dall’asilo fino alle medie. E sarebbe durante quel periodo che Hagan è stata ripetutamente molestata sessualmente da un sacerdote, ora deceduto. Abusi che sono iniziati quando la sorella della deputata aveva solo 5 anni. McEntee, inoltre, è la promotrice della legge che estende per le vittime di abusi del clero il limite di tempo per poter chiedere giustizia nei tribunali. Per la deputata sarebbe questa la vera causa della lettera di don Bucci. “È preoccupante che tra tutte le chiese del Rhode Island sia proprio questa a protestare contro la legge – ha rimarcato McEntee – ritengo che tutto ciò sia piuttosto un attacco contro di me e mia sorella”. Che questo sia il vero motivo dell’insolita scomunica del sacerdote, ne è convinta anche Julie Casimiro, un’altra deputata del partito democratico. “Perché la sua lettera è uscita solo ora e non lo scorso giugno quando abbiamo approvato la legge?”, si chiede Casimiro. “Questa è una punizione alla famiglia Hagan-McEntee – ha affermato – per aver fatto luce sugli abusi sessuale all’interno del Chiesa cattolica e in particolare dentro la parrocchia del Sacro Cuore”. Dopo la pubblicazione dell’elenco dei 44 politici banditi dalla parrocchia di don Bucci, Julie Casimiro ha scritto un infuocato post su Facebook. Per la deputata sarebbe il caso che l’assemblea legislativa del Rhode Island rispondesse con un’altra lista, “quella dei preti pedofili che non sono benvenuti in parlamento”.  “E questo – conclude Casimiro – sarebbe un elenco molto più lungo”.

 

ArrayArray