5.6 C
Milan
lunedì,16 Dicembre,2019

Ultimi Articoli

[sette+] Brexit in arrivo, fuga dal 5 stelle e Italia contro la Turchia

In questa puntata di sette+ commentiamo il trionfo di Johnson nelle elezioni in Gran Bretagna, l'esodo dei senatori pentastellati e l'invio di una fregata...

Mauro Biglino – La Bibbia, gli Alieni, il Fumetto

Conferenza pubblica di Mauro Biglino a Lugano. Organizzata da Uchronia Edizioni di Fabio Romiti di www.uchronia.ch Data: 25 ottobre 2015. Luogo: Università della Svizzera italiana. Produzione video...

Ecco Perché Il Mes Non Venne Fermato Nel 2011 – Francesco Amodeo

Sentiamo dire in queste ore che il #MES poteva essere fermato prima dell’arrivo di #Monti al Governo. Tecnicamente questo è vero, ma per onore...

Diego Fusaro Contro Greta Thunberg: “Amica Del Potere Con Le Sue Finte Rivoluzioni”

“Dimmi come ti tratta il potere e ti dirò chi sei realmente“. Un detto che spiega come mai #Greta #Thunberg, la scandinava del dissenso...

Combattiamo la paura – Dario Miedico

Tratto dall’intervento di Dario Miedico al convegno “Pensiero Libero”, organizzato da Siamo il 30 novembre 2019. “Un Paese che si dichiara democratico sta imponendo, come...

Approvata la vendita di cannabis light in Italia con thc inferiore allo 0,5%

E' stato approvato al Senato un emendamento a firma di M5S, LEU e PD, per autorizzare la vendita di cannabis light in Italia, dove sono indicati il contenuto...

Il ’45 Non È Stato L’anno Della Liberazone: Un Altro Orrendo Padrone Ci Sta Umiliando – Diego Fusaro

Questa la notizia che abbiamo trovato riportata sui principali quotidiani nazionali: si tratta dell’indagine che gli USA hanno aperto sul conto dell’imprenditore italiano Bruno...

MELUZZI: “Greta e Carola due personaggi costruiti a tavolino. Green Economy una grandissima sola”

Per la rivista #Time è nientemeno che #GretaThunberg la “person of the year“: la scelta della prestigiosa rivista ha fatto storcere il naso a...

La Thailandia vuole vietare l’uso dei pesticidi, ma gli USA non sono d’accordo

Fontegreenme

La Thailandia ha deciso di mettere al bando i pesticidi ritenuti più dannosi e di vietare l’uso in agricoltura di prodotti che contengono glifosato, paraquat e clorpirifos.

Il governo thailandese vorrebbe dismettere i fitofarmaci dal 1° dicembre di quest’anno poiché ritenuti dannosi per la salute umana e per l’ambiente.

La decisione non è piaciuta al governo degli Stati Uniti: il Dipartimento dell’Agricoltura americano (USDA) ha infatti inviato una serie di lettere al Primo Ministro thailandese Prayuth Chan-ocha accusandolo di aver optato per scelte drastiche sul glifosato, senza tenere conto delle prove scientifiche che scagionano l’erbicida.

I funzionari americani hanno inoltre sottolineato come un divieto simile potrebbe impattare sulle importazioni di grano, soia e altre colture in Thailandia

Il sottosegretario del Dipartimento dell’Agricoltura Ted McKinney ha dunque chiesto alla Thailandia di rimandare la decisione sul divieto d’uso del glifosato che, secondo una valutazione dell’Agenzia per la protezione ambientale americana “non presenta rischi significativi per la salute umana se utilizzato come autorizzato“.

“Se il divieto venisse attuato, questo avrebbe un forte impatto sulle importazioni della Thailandia di materie prime agricole come la soia e il grano”, ha scritto McKinney nella sua lettera.

Per il momento, il governo thailandese ha confermato l’intenzione di voler vietare i tre pesticidi:

“Il nostro compito è quello di prenderci cura della salute delle persone”, ha dichiarato Anutin Charnvirakul, Ministro della sanità pubblica.

La scelta della Thailandia è dettata dalle perplessità, scientificamente fondate, della pericolosità di questi fotofarmaci.

Il glifosato, principio attivo del Roundup Monsanto è stato classificato come probabile cancerogeno dall’Organizzazione mondiale della sanità e in numerose ricerche ha dimostrato una relazione con diverse patologie, incluse quelle epatiche.

Anche l’insetticida clorpirifos ha dimostrato problemi legati alla sicurezza: in alcune ricerche si è dimostrato capace di influenzare negativamente lo sviluppo cerebrale nei bambinie di recente l’EFSA non ne ha rinnovato l’autorizzazione d’uso in Europa poiché non è possibile valutare il rischio per questo pesticida.

L’erbicida paraquat ha dimostrato di aumentare il rischio di svariate patologie, tra cui il Parkinson, motivo per cui è stato vietato in Europa più di dieci anni.

Nel 2018 gli Stati Uniti hanno esportato in Thailandia per 593 milioni di dollari e grano per 180 milioni di dollari, secondo i dati dell’USDA.
Negli Stati Uniti sono ancora ammessi sia il glifosato che il paraquat e il clorpirifos e ora temono che un divieto d’uso di questi pesticidi da parte della Thailandia faccia crollare le importazioni di queste colture.

Ci auguriamo che il governo thailandese porti avanti con fermezza la sua decisione, continuando a mettere al primo posto la salute dei propri cittadini come ha già dichiarato.